Giorgio Carrozzini

My Confort Blog

Alla gente piace giocare, fanno scommesse per divertimento o per vincere soldi extra. Quando si sentono fortunati o quando qualcuno veglia su di loro, vogliono solo tentare la fortuna, dimostrare che la fortuna è dalla loro parte.

Eticamente pregare Dio per far vincere una partita alla squadra del cuore in modo che tu vinca una scommessa è più o meno un atteggiamento egoista specie se pensiamo che ci sono ancora così tante cose cattive nel mondo.

Ma che dire di questi antichi dei del passato, la gente credeva in loro e pregava la dea della “fortuna”.

Il mandala è più che un semplice modo per disegnare qualcosa di carino, è un complesso disegno di pittura astratta a forma circolare. Mandala è una parola sanscrita che significa cerchio, in cui il disegno proviene da un punto centrale ed emana una tabella di design e struttura.

Spesso associamo il mandala a disegni circolari con colori e motivi ripetuti, ma c'è di più, oltre ad essere circolare, preciso e simmetrico, alcuni di essi sono asimmetrici e di forma quadrata.

Il termine per questa paura è gerontofobia e in realtà ha due significati distinti ma simili. Il primo è avere una paura anormale dell'invecchiamento e il secondo è temere coloro che sono già anziani.
Molti giovani possono essere intimiditi quando viene loro chiesto di visitare un genitore anziano in una casa di riposo, o anche solo presso la casa di familiare. Ciò può essere particolarmente vero se non hanno visitato persone che si trovano negli anni d'oro della vita. Questa può essere una risposta psicologia naturale, ma questa paura può diventare abbastanza facilmente una fobia.

Sei preoccupato per la salute del Pianeta Terra e pensi che la nostra casa sia in grave crisi ecologica.

Pensi che comportamenti ecologici possano fare la differenza nell’impatto umano sul clima?

Quella che ti proponiamo è una sfida da mettere in atto subito per verificare da subito se sei realmente intenzionato a cambiare le cose.

L’informatica per l’individuo è un’occasione per velocizzare il proprio lavoro e sviluppare nuova conoscenza e nuova ricchezza.

Oggi usiamo la tecnologia senza neppure rendercene conto, ogni giorno e in qualsiasi momento, l’informatica per studiare è diventata ormai una prassi sistematica. Per quel che riguarda il mondo scolastico, l’uso dei computer e tablet offrono una più ampia possibilità di apprendimento. Grazie all’accesso alla Rete, gli studenti hanno la più grande enciclopedia interattiva mai creata prima dall’uomo. La quantità di dati e informazioni che si possono reperire è pressoché illimitata, qualunque sia il tema, dalla storia alla geografia, tutto è disponibile.